Cose da sapere su cambio olio e filtro

Cambio olio

1) Cambio olio: cosa è?

L’olio del motore è una delle parti fondamentali di un’automobile. Oltre a lubrificare tutti i componenti meccanici, ha la funzione di proteggere il motore, evitando che le impurità possano danneggiarlo.

2) Ogni quanto bisogna controllare il livello dell’olio?

Nelle autovetture moderne la strumentazione segnala quando ci sono problemi di mancanza di lubrificante, mentre nelle auto più vecchie si consiglia di controllare il livello dell’olio prima di partire per lunghi viaggi. Per farlo basta aprire il vano motore e controllare l’asticella del livello dell’olio appositamente indicata.

3) Perché cambiare l’olio?

Una regolare lubrificazione garantisce un corretto funzionamento del motore, evitando malfunzionamenti e permettendovi così di ottenere sempre il massimo in termini di prestazioni e affidabilità.

4) Ogni quanto bisogna cambiare l’olio dell’auto?

La sostituzione viene sempre indicata sul libretto di uso e manutenzione della propria auto, nei modelli più recenti e una spia presente sul cruscotto avvisa con discreto anticipo quando sia giunto il momento di effettuare il cambio olio
Non esiste una percorrenza standard uguale per tutte le auto, per cui si consiglia sempre di verificare il corretto intervallo di cambio sul libretto di uso e manutenzione della propria auto.
Per le autovetture più datate o con molti chilometri di percorrenza, si consiglia di verificare la necessità di un cambio olio ogni 10.000 km.

5) Qual è l’olio giusto per la mia auto?

Ogni automobile ha bisogno di una tipologia di olio specifica. Di norma questa indicazione è fornita dal costruttore nel libretto di uso e manutenzione dell’auto.
Partauto utilizza le tecnologie di ultima generazione per trovare sempre l’olio esatto per il tuo motore e si affida solo a partner di eccellenza come Castrol, un sinonimo di garanzia riconosciuto a livello internazionale come il miglior fornitore mondiale di soluzioni lubrificanti.

Filtro olio

1) Filtro olio: cosa è?

Il Filtro dell’olio ha il compito di raccogliere le impurità che si generano durante la combustione e l’attrito tra i vari componenti del motore evitando che queste possano rientrare al suo interno, provocando danni irreparabili, come quello che comunemente viene conosciuto come grippaggio del motore, ovvero il suo totale arresto.

2) Quante tipologie di Filtro olio esistono?

Le tipologie di Filtro olio cambiano a seconda del modello di automobile. In linea generale possono essere divisi in quattro categorie: magnetico, a sedimentazione, a centrifuga e meccanico. Nella maggior parte delle automobili attualmente in commercio si trova più comunemente il Filtro di tipo meccanico.

3) Com’è fatto il Filtro meccanico e come funziona?

Il Filtro meccanico è composto da un particolare materiale cartaceo e si presenta di norma con una forma cilindrica. Ne esistono due varianti. L’avvitabile, e quello più comune, che dagli anni ’60 in poi è stato utilizzato su un grande numero di automobili: quello a immersione. In entrambi i casi, il Filtro possiede una serie di membrane che trattengono le impurità, mantenendo l’olio sempre pulito e il motore sempre efficiente.

4) Ogni quanto si deve cambiare il filtro olio?

Di norma le case costruttrici consigliano il cambio Filtro olio ogni qualvolta si effettua il cambio olio motore. Come indicazione generale per i veicoli più recenti il periodo per il cambio Filtro olio è compreso tra i 15.000 e i 30.000 km a seconda del motore presente sull’auto.
Nello specifico:

  • ogni 25/30.000 km, per i motori diesel
  • ogni 15.000 km per i motori a benzina
  • ogni anno, per chi utilizza poco l’auto e percorre pochi chilometri
  • ogni 10.000 km per i motori con più di 10 anni

Posso cambiarlo da solo?
Il Cambio olio e Filtro può sembrare un’operazione apparentemente facile, ma se eseguita senza i giusti accorgimenti può provocare incidenti personali durante le operazioni sul vano motore e nel peggiore dei casi danni permanenti al motore. Qualora si volesse procedere da soli, se non si è particolarmente sicuri sul da farsi, il nostro consiglio è sempre quello di farsi seguire da una persona esperta. Inoltre, anche per lo smaltimento dell’olio motore residuo (in media 5 litri), in questo caso sarà necessario contattare a vostro carico una ditta specializzata nel trattamento degli oli esausti.

Immagine

Postato da 00.00

Categorie :